La Perla del Myanmar


Il Myanmar è una terra di mezzo, sospesa tra le nuvole, incastonata come una perla preziosa tra Cina, India e sud Est Asiatico. C’è chi ne descrive già un futuro di nuovo splendore. E andandoci si percepisce. E’ come se tutti sapessero che è una questione di tempo prima che quella terra torni a svolgere il ruolo che ha sempre avuto. Sorretto dal suo passato glorioso, in una sconfinata terra tra migliaia di templi in cui sembra che il tempo si sia fermato, un popolo dall’ospitalità unica ti accoglie tra le sue mille contraddizioni. Se in questo pase c’è una dittatura spietata, non si vede e non si percepisce facilmente. La gente è felice e sorride. Se si prova a chiedere qualcosa di specifico, però, ci viene gentilmente detto che non è il caso di parlare di politica in luoghi pubblici perché ci sono agenti in borghese che controllano. Devono esserci, eppure non si vedono. Questo popolo sembra semplicemente incapace di esercitare violenza, ma sappiamo che purtroppo non è così. Gli unici a portare impressi sui loro volti i segni della dittatura sono i monaci. Distaccati dal mondo quotidiano, camminano a migliaia, sono ovunque, per le strade del paese. A piedi nudi, nelle loro vesti sgargianti, hanno facce serie, indaffarate. Sui loro volti, come un memento costante per tutti noi, affiorano la consapevolezza e il dolore della repressione che hanno subito sulla loro carne. Il loro sguardo è fiero, e di quella fierezza si nutre un intero popolo così che tutte le cose ne risplendono. Il Myanmar è un paese troppo complesso perché sia compreso in un solo viaggio. Si può solo intuire qualcosa della sua complessità e tornare a casa portandosi dentro un mosaico di immagini che ti resterà per sempre impresso nel cuore.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s